giovedì 3 maggio 2012

Involuzione dei bambini in età prescolare in GB

Il mio contributo a Genitori Crescono. Il post lo trovate qui.

4 commenti:

sicampeggia ha detto...

Ciao è molto interessante il post che hai scritto e anche molto inquietante. Da un lato penso che in Italia certe cose non potrebbero accadere così facilmente: ai pediatri non sfuggirebbero bambini che non parlano correttamente a ridosso dei sei anni; dall'altro vedo anche da noi genitori troppo disattenti e frettolosi verso i propri figli. Grazie per le tue riflessioni: anche se non riguardano la realtà italiana (per fortuna) servono comunque a metterci in guardia e farci riflettere.

Raperonzolo ha detto...

Neanche qui sfuggono i bambini che non sanno parlare. Già dai due anni se ci sono problemi si è monitorati e a tre anni se i problemi sussistono possono essere seguiti dai logopedisti. Il problema sono i genitori che alle visite di controllo i bambini non ce li portano proprio. Inoltre, non stiamo parlando di bambini che hanno delle difficoltà di sviluppo per cause naturali (in tal caso l'intervento del logopedista è di grande aiuto), ma di bambini normalissimi il cui ritardo di sviluppo è causato dalla carenza di interscambio; bambini scarsamente esposti, che hanno sviluppato poco il linguaggio perché conoscono solo le parole di quello che conoscono, che è quasi niente.

sicampeggia ha detto...

Scusa ma come è possibile che un bambino sia poco esposto? Mancanza di tempo, di disponibilità mentale, totale assenza dei genitori? E neanche basterebbe: sono state le maestre d'asilo ad insegnare a Matteo (tre anni e mezzo) come si tiene in mano una matita, non io. Ma insisto: come si fa ad "anestetizzare" un bambino?
Ancora grazie per l'articolo e per i chiarimenti

Raperonzolo ha detto...

Nella nostra scuola ci sono bambini che vengono da famiglie con anche 8 figli e di solito queste sono famiglie dove in casa non c'è necessariamente un padre, ma vari padri che vanno e vengono e spesso spariscono. Madri che hanno cominciato a fare figli a 15-16 anni. Ho reso il quadro?