venerdì 27 maggio 2011

lunedì 23 maggio 2011

Non fa una grinza

"Amore, non rimettere il bicchiere da cui hai appena bevuto dentro il mobile."
"Ma... mamma, prima stava lì."

giovedì 19 maggio 2011

Non capisco...

"Amore, anche oggi la maestra mi ha detto che sei stato maleducato, mi spieghi che è successo?"
"Stavo giocando con F. La maestra mi ha chiesto cosa stavamo facendo."
"E allora?"
"Le ho detto: non ti riguarda."
"Figlio-due, ma sei impazzito! Non si parla così alla maestra. Ma cosa ti è saltato in mente? E' maleducazione dire una cosa del genere."
"Ma scusa, mamma, io non capisco. Se un grande lo dice a me va bene, però se lo dico io a un grande è maleducazione. Come funziona?"

mercoledì 18 maggio 2011

L'esempio sbagliato

"Amore, le maestre mi dicono che ti comporti molto male, sei disattento, maleducato e non fai quello che ti chiedono di fare. Mi spieghi perché ti comporti così?"
"Non mi piace la scuola."
"E perché non ti piace la scuola?"
"Perché le maestre vogliono sempre che faccio quello che dicono loro."
"Certo, è perché ti vogliono insegnare."
"Ma io so già tutto."
"Amore, nessuno sa tutto, neanche mamma che è grande, e poi tu hai solo 5 anni. Ci sono tante cose che devi ancora imparare."
"Io so contare."
"Va bene, ma mica sai contare tutti i numeri."
"Sì, io so tutti i numeri."
"Tutti tutti no, per esempio non sapresti dirmi cosa viene dopo 142."
"143"
"Va bé, forse mamma ha scelto l'esempio sbagliato..."

martedì 10 maggio 2011

Ma avevi detto che...

Uno dei talenti di maggiore rilievo della specie infantile è quello della duttilità di ascolto. Spieghiamoci. Il bambino sente perfettamente, ma nella transizione tra l'udito e il capito interviene un filtro che consente al fanciullo di plasmare il recepito come la plastilina. Vediamo alcuni esempi:

Interpretazione
"Mamma posso mangiare i cioccolatini?"
"Sì, ma solo uno."
"Perché non due?"
"Perché ho detto uno solo e troppi ti fanno male."
"Ma avevi detto che li posso mangiare!"

Chi tace acconsente
"Mamma, vado su Hotmail."
Il vostro bambino ha 5 anni, sa a malapena scrivere e certamente non ha un account hotmail. Vi rivolge tale affermazione quindici volte al giorno. Dopo dieci no e quattro nonessereridicolo, decidete di non rispondere. 
"Grazie mamma, grazie!" Risponde correndo al computer e aprendo MSN che ce lo dovete tirare via di forza e scoprite così che sa anche la vostra password.

Contropiede
Siete sotto la doccia, il bambino fuori della porta vi dice un sacco di cose di cui non capite una cicca.
"kzvblsi hs u woiugmw9gèw"
"Aspetta che sto facendo la doccia."
"i hgihgwoighòwiogjwoij"
"Ho detto un attimo che non capisco."
"jsh pirgwichwpoirfpww...scrivere"
"Va bene, sì, puoi scrivere."
Poco dopo, mentre ancora gocciolate, trovate che ha scritto il proprio nome sul muro. Saltate su tutte le furie.
"Ma avevi detto che..."

Manipolazione
Dalla mamma.
"Posso fare una capanna con le lenzuola?"
"Sì ma un'altra volta che ora è quasi pronto da mangiare."
Dal papà, in un'altra stanza, circa 30 secondi dopo.
"Mamma ha detto che posso fare una capanna con le lenzuola, me le prendi dal cassetto?"
Il papà ubbidisce, la mamma litiga con il marito.
"Ma non gli avevi detto che..."

La testimonianza dei genitori non reggerebbe in nessun tribunale