mercoledì 17 febbraio 2010

Lavori in corso

Raperonzolo si scusa per la sua assenza prolungata, i post col contagocce e più brevi di un messaggio promozionale. No, non si è stufata del blog e non è neanche poi tanto a corto d'idee. E' stata solo temporaneamente presa in ostaggio dal proprio ergastolano che da anni ormai persiste ad ossessionarla ad ogni ora del giorno e della notte. Aveva sperato, pubblicandolo, di averlo rilasciato ad una nuova vita, e lei, Rape' potesse indirizzarsi verso nuovi orizzonti creativi. La nostra non aveva tenuto conto però di alcuni effetti collaterali inerenti l'aver creato un personaggio che definisce un contratto con l'eternità. Alcuni recenti risvolti le hanno fatto constatare l'autenticità di quell'affermazione.
Tornerà al più presto. Promesso. Possibilmente ancora savia.

lunedì 8 febbraio 2010

Razionalità

"Papà, guarda! Quello sono io dentro la pancia di mamma!" Osserva Figlio-due, indicando la foto di Rape' con Figlio-uno con l'orecchio teso al pancione.
"Bravo, è vero. Là dentro alla pancia ci sei proprio tu." Replica il genitore.
"Ma senti un po', papà. Come ci ero finito dentro alla pancia di mamma? Mi aveva mangiato?"